venerdì 3 agosto 2012

pomodoro d'agosto




la lotta contro le cimici sul pomodoro da buoni risultati. ultimamente non trovo più quelle grandi verdi, ma solo e pochi piccolini. i nuovi pomodori possono maturare tranquilli. rossi, senza macchie. si potrebbe pensare di aver vinto una battaglia, ma non è così, purtroppo. le piante di basilico messe fra i pomodori, e ormai andate in fiore ma lasciate li per il profumo di quando ci si passa vicini, ho scoperto che sono un ottimo rifugio per le cimici piccole. e prova a darle torto! tantissimi bei nascondigli fra i fiori, su e giù per gli steli, tante foglie impossibili da controllarle tutte, umanamente parlando. e poi il colore, che va dal verde al marroncino...come loro...va bene, imparo anche questo.
i pomodori invece vengono attaccati però anche da altre "cose", delle quali non conosco nè la causa e neanche il rimedio. dei mini ragnetti che tramano come una ragnatela intorno ai pomodorini, frutti talmente macchiati che non ci penso minimamente a raccoglierli, marciume sotto ai costoluti, e poi peronospera alla grande, insomma, si direbbe un disastro. invece per fortuna delle tante piante ce ne sono anche tante sane che danno frutti belli e buoni e tanti.

4 commenti:

Vera ha detto...

Non soluzioni, ma qualche risposta forse si.
I mini ragnetti sono acari comunemente chiamati "ragno rosso" amano il caldo ed il secco a fine estate sono un vero guaio. esistono acaricidi chimici, ma noi non utiliziamo chimica. lava le piante con un bel getto d'acqua, non li elimini ma li rallenti. la vera difesa sta nella biodiversità un acaro assai simile a quello dannoso è un efficente predatore (phitoseius persimilis).

Le macchie nere di marciume secco sotto il pomodoro (apice pistillare) sono frutto di fisiopatie date solitamente da squilibri idrici che alterano il processo di assorbimento del calcio, è un problema maggiormente presente negli anni caldi e secchi.

I pomodori "marmorizzati delle altre foto mi fanno pensare a due possibili cause:
a) un virus
b) scottature da sole
propenderei però per la prima
nessuna soluzione possibile. se non preventiva

losmogotes ha detto...

grazie, vera, come sempre molto accurata la tua risposta.
le piante colpite dal virus allora mi conviene tirarle via? oppure hanno qualche possibilità di riprendersi più avanti nella stagione?

Vera ha detto...

se effettivamente di virus si tratta sarebbero da togliere, (diffida comunque delle diagnosi a distanza potrebbe essere altro) ma ormai chi ha avuto ha avuto... si trasmette solitamente grazie agli afidi attraverso le nostre mani o tramite materiale di propagazione infetto (piantine, più difficilmente semi perchè la "baiera placentare" spesso è inviolabile dai virus)

Vera ha detto...

scusa , barriera placentare