giovedì 5 giugno 2014

nocino

la tradizione vorrebbe che si raccolgono le noci per fare il nocino il giorno di san giovanni, 24 giugno, ma forse quest'anno sono in anticipo
la scorta di nocino, fatta nel 2011, sta per finire, e dunque quest'anno lo preparo di nuovo.
anche perchè prima di poterlo gustare bisogna aspettare almeno fino a natale, ma più tempo passa più diventa buono, più morbido.
infatto adesso il nostro nocino vecchio piace assai.
c'è chi dice che è il più buono mai assaggiato...
ecco qui la ricetta, ispirata da questa trovata sulla rete ma leggermente modificata a mio gusto.

23 noci con il mallo
600 gr di zucchero di canna
1 l di alcool a 95°
3 dl di vino bianco fermo
qualche chiodo di garofano
un pezzetto di cannella

Pulire le noci e lasciarle asciugare al sole per mezza giornata; poi tagliarle in 4 spicchi (NB: attenzione alle mani perchè macchiano tantissimo! meglio dotarsi di guanti...) e metterle in un vaso di vetro con tutti gli altri ingredienti.
Mettere il vaso sul davanzale, al sole, per 50 giorni, aprendo e mescolando l'infusione circa ogni settimana.
Filtrare ed imbottigliare. Aspettare di assaggiarlo almeno fino a Natale, ma meglio fino all'anno prossimo.

Quello che rimane nel filtro non lo butto. Lo lascio di nuovo in infusione nella grappa o nel "jenever" (distillato di grano),  per un mesetto, sempre al sole, dopo passo al collino e, allora si, butto quello che rimane nel filtro.
Il liquore che si ottiene con questa seconda procedura è una specie di nocino più chiaro, un pò più trasparente, e meno forte, sia di gusto che di grado alcolico.


het is tijd om de notenlikeur te maken.
de noten zouden volgens de traditie op de dag van sint jan moeten geplukt worden, maar ik geloof dat ze dit jaar wat vroeger klaar zijn.
het recept is simpel, je hoeft alleen wat geduld te oefenen, en hopen op een warme zonnige zomer.
maar lekker is het wel.

Nessun commento: