lunedì 9 luglio 2012

è ora di cipolle

19 marzo - piantate

9 luglio - raccolte
poco meno di 4 mesi e le cipolle di tropea sono pronte. da esule piantine che inducevano poca fiducia, a cipolle grandi, robuste, sane, e soprattutto tante.
le lascio qualche giorno ad asciugare sul campo, visto che sul terrazzo e sul tetto di casa sono stese le altre cipolle rosse e scalogno del nostro amico josèluis. poi finiscono in treccie. (una bella treccia è sempre un bel regalo, no??)
cipolle dunque in abbondanza quest'anno, pochi furti da sotto terra, buona resa sia da piantine che da cipolline. poco bisogno di acqua. va bene, siamo contenti.

ajuinen, dit jaar alleen rode en sjalotjes van onze vriend joseluis. de grote "di tropea"  blijven nog enkele dagen drogen op het veld, omdat op het terras en op het dak van ons huis de andere al liggen. iets minder dan 4 maanden hebben ze nodig gehad om te groeien, van dunne en fragiele plantjes tot grote gezonde ajuinen. en nu binnenkort vlechtjes maken. (een mooi vlechtje is altijd een leuk kadootje, niet?). het is goed, we zijn tevreden.

3 commenti:

blogredire ha detto...

Ecco un ortaggio che,secondo me,non deve mancare sui nostri orti,le mie sono ancora indietro ma si seccheranno presto.Ciao.

losmogotes ha detto...

hai ragione, sono facili da coltivare, rapide da raccogliere, semplici da conservare, buone e belle. si potrebbe dire "userfriendly", o ortolano-friendly!!!
;-) ciao p.

Zappatore a Tokyo ha detto...

Che meraviglia!
Complimenti!