mercoledì 13 giugno 2012

regali


frutti succosi, belli e sani e buoni, senza farci niente. la natura generosa ci fa i regali di primavera: le nespole giapponesi, frutti simili ad albicocche, ma molto succosi e un pò asprigni, ottimi per la sete. con i suoi noccioli grandi e lisci si potrebbe fare un braccialetto...
e le amarene, alberelli semi-selvatiche in giro per il giardino. quest'anno erano stati debitamente potati e curati (per la prima volta in chissà quanti anni?) dal saggio alfeo, e ci stanno regalando chili e chili di frutti, da snocciolare, da fare marmellate, da mettere sotto grappa, da mettere "al sole" con zucchero come faceva mia nonna, e naturalmente da mangiare così.....

de natuur geeft ons gratis voor niks lekkere lente-kadootjes, sappige japanse mispels (aan deze vertaling twijfel ik sterk...), die op abrikozen lijken maar met zuurdere smaak, ideaal tegen de dorst. en krieken, om konfituur te maken, onder spirit te zetten, of "met suiker in de zon" zoals mijn grootmoeder me leerde, of natuurlijk om zo op te eten, van de boom in de mond.

2 commenti:

blogredire ha detto...

Nespole!!che nespole,ottimi frutti,lo zione ne ha una pianta simile e io puntualmente vado a fregargliele,prima o poi mi farò una pianta anch'io.Ciao.

losmogotes ha detto...

ma tuo zio è una fonte inesauribile!