lunedì 5 marzo 2012

in sintesi

questa foto forse potrebbe essere la sintesi delle ultime settimane.
la voglia di imparare a fare i formaggi si è realizzata più di quanto speravamo. fra primosale, mozzarella, ricotta e altri nomi bellissimi, riusciamo a fare dei formaggietti forse bruttini ma decisamente buoni. e che goduria giocare con le formette, le dosi sempre differenti, la assoluta mancanza di scientificità (che mogotes saremmo se no??), eppure, eppure...

nell'orto andiamo avanti con passo spedito, motozappa e rastrello... gli spazi per i piselli aspettano solo un pò di pioggia per essere seminati, cosi anche per cipolle e aglio, insalatine e spinaci. la terra è terribilmente secca; per fortuna il letame (a dicembre) ha evitato di lasciare la terra nuda, e l'ha nutrito abbastanza. .. ma, mi sbaglio o sento la pioggerellina adesso ???

ci è pure rimasta qualche verdura da mangiare: cavolfiori, cavolini di brux., broccoli. ma poi c' il freezer ancora bello pieno, riserva fino alle prime verdure fresche.

ps: volevo anche illustrarvi queste secche parole con delle foto ma per problemi tecnici di linea e di pazienza questa volta è così....

4 commenti:

Vera ha detto...

Strano vero? la stagione che i più immaginano ricca di verdure è in realtà una delle più povere, finite le colture invernali, quelle primaverili ancora ben lontane dall'essere in produzione.
Allora viva il feezer alle cui riserve attingere.
Ma che belli i tuoi formaggini!

..Hem... cosa significa Mogotes?

losmogotes ha detto...

@ vera, forse per questo nelle religioni fanno coincidere il digiuno/quaresima con questa stagione..
vuoi che ti racconti di fichi e di peperonata, di melanzane o di amarene???

con "los mogotes" viene indicato un gruppo di monti/colline, un pò disordinati, un pò a sorpresa nella pianura fertile della parte occidentale di cuba. assomigliano a dei panettoni... ci sono delle grotte, cascate, boschi tropicali. ma il nome non c'entra direttamente con noi, era l'idea iniziale di dedicare un diario a questi nostri cari amici cubani, ma dopo un pò il blog ha preso la sua strada.

Alberto Latu ha detto...

ciao, volevo segnalarvi la nascita di una nuova startup che potrebbe interessarvi in quanto amanti degli orti.
Entrando a far parte del network (completamente geolocalizzato) si può imparare a coltivare con un metodo step-by-step personalizzato, condividere il proprio lavoro e scambiare i propri ortaggi, disegnare il proprio orto e pubblicarlo online per aiutarci a vicenda e...perché no? Anche socializzare :)
date un'occhiata su http://www.growtheplanet.com

Buona semina a tutti:)

Helga ha detto...

Che belli i tuoi formaggini! Saranno anche buoni... Anch'io vorrei iniziare di farne un po'. Pensavo di usare il latte crudo bio che un produttore qui vicino vende nel suo "bancolat" (vendita alla spina:)
Ciao! e buon lavoro nell'orto! ^_^