martedì 26 luglio 2011

erano più di mille, sono stati mangiati, spostati, scavati, ripiantati, ma alla fine una raccolta anche quasi abbondante si riesce a fare. d'altronde, anche se fosse la metà di mille, mi può bastare!
parlo delle cipolle, inizialmente piantate in belle file dritte, ordinate, rosse con rosse, gialle con gialle, bianche con bianche. ma poi grazie alle talpe o chi per loro (non sapremo mai chi ha fatto -e continua a fare- tutto il groviglio di gallerie) e con ri-piantaggioni in più fasi, non si capisce più niente. rosse insieme a bianche, lunghe accanto a tonde, piccole, grandi, tutto una confusione. ma si dai, cosa importa? fa lo stesso, sempre cipolle sono.
ovviamente non si raccoglie tutto in un colpo, non è da noi, e così non c'è idea della resa. non ho neanche il coraggio di lasciarli ad asciugare sulla terra, magari piove di nuovo stanotte? così il terrazzo di casa si trasforma.
e poi faccio le trecce, non sono perfette ma almeno le cipolle rimangono insieme...

4 commenti:

valverde ha detto...

uhm..abitate al primo paino??? :D Perchè cipolle così belle vien voglia di rubarle !
(che a me la Talpaccia le ha sradicate tutte e alla fine di 36 piante ne ho salvate due!)...
beh scherzo,non potrei mai e non so neanche arrampicarmi!
ciao
val con idee da Arsenio Lupin!

losmogotes ha detto...

terzo piano...mi dispiace!
non c'è bisogno comunque di rischiare di rompersi il collo (per un furto di cipolle, poi!!!), se passi da queste parti te ne regalo qualcuna! :-)))

blogredire ha detto...

Ma saranno almeno una sessantina di kg e passa,nelle prossime settimane passerò per Bardolino per lavoro,vi vedrò su in strada a vendere cipolle??

losmogotes ha detto...

@ blogredire - se vuoi mandaci una mail, magari ci mettiamo d'accordo! volentieri! ciao